Stilista morta, famiglia: gioco erotico?

Carlotta Benusiglio, la stilista di 37 anni trovata impiccata con una sciarpa ad un albero di piazza Napoli a Milano la mattina del 31 maggio scorso, potrebbe essere stata istigata al suicidio dal suo fidanzato, oppure potrebbe essere morta al termine di un “gioco erotico-bondage” e “configurarsi l’ipotesi di un omicidio colposo determinato per imprudenza” a carico dell’uomo. Lo scrive l’avvocato Gian Luigi Tizzoni, legale dei familiari della donna, nell’atto con cui si è opposto alla richiesta di archiviazione dell’indagine firmata dai pm Alberto Nobili e Antonio Cristillo.

Per il legale Tizzoni, che chiede al gip di disporre nuove indagini con una serie di approfondimenti, “si ritiene debba essere vagliata con maggior attenzione la ricorrenza, nel caso di specie, degli elementi costitutivi del reato” di istigazione al suicidio a carico dell’uomo (non è indagato) o l’ipotesi “della esecuzione di un gioco erotico pericoloso qual è il bondage (praticato dalla coppia)”.

Roma, 5 novembre 2016