Ecco la sostanza in grado di guarire e depurare completamente l’intestino!

L’inulina è un oligosaccaride dalle caratteristiche uniche che permette di risolvere tantissimi problemi di salute dato che agisce sul secondo cervello, ovvero l’intestino, apportando dei profondi cambiamenti in breve tempo potenziando moltissimo la nostra capacità digestiva, di assimilazione e di difesa dai virus, batteri e funghi. Ecco perché l’inulina mi entusiasma tantissimo e appena l’ho scoperta sono corso in farmacia per sentirne tutti i benefici.
L’inulina è contenuto naturalmente in alcuni vegetali e la sua struttura chimica la rende praticamente inattaccabile dagli enzimi umani tanto da essere escreta quasi immodificata con le urine. Solo la microflora intestinale è in grado di metabolizzarla per questo può vantare l’appellativo di prebiotico.

E’ stato di recente ampiamente dimostrato che l’inulina è l’unica fibra alimantare che riesce a ripristinare la normale flora batterica intestinale, danneggiata da antibiotici, farmaci, vaccini, stress, traumi, zucchero, cibi industriali, combinazioni alimentari errate, infezioni, chemitorapia ecc.

Il potere nell’inulina sta proprio in questo

Pulisce come uno spazzino il nostro intestino rimuovendo scorie, incrostazioni
Lenisce le infiammazioni intestinali conseguenza di cibi sbagliati, errate combinazioni alimentari e stress emotivi
In seguito all’assunzione d’inulina si riscontra un aumento significativo nel tratto intestinale di Bifidobatteri e Lattobacilli. Questi sono i batteri fondamentali del corpo umano! Tutte le malattie possono prendere piedi quando questi due ceppi di batteri sono inferiori rispetto ai batteri negativi: allora il sistema immunitario si indebolisce, il nostro umore cala ed è facile cedere alla tristezza, depressione e insicurezza, si digerisce male, si ha gonfiore, stitichezza, insonnia e soprattutto c’è la tendenza ad ammalarsi molto facilmente.
I bifidobatteri sono contenuti nel latte materno e proprio per questo i bambini che non sono stati abbastanza allattati dalla mamma è dimostrato sono più deboli ed hanno maggiori tendenza a sviluppare l’autismo. Infatti chi è allattato con latte artificiale anziché il latte ricco di nutrienti vivi come i bifidobatteri della mamma, ha una tendenza maggiore a sviluppare problemi neuropsichiatrici. L’inulina aumenta il numero di questi bifidobatteri, che sono rari e quasi assenti in tutti i probiotici in commercio perché non è facile mantenerli vivi e metterli negli integratori.