Non si tratta solo di “animali”: il dolore che proviamo quando se ne va il nostro amico domestico

Tutti sappiamo cosa sia il dolore. Quando un familiare o una persona a noi cara muore, abbiamo bisogno di tempo per accettare che non sarà più vicino a noi. Ma cosa succede quando è il nostro animale domestico a lasciarci? Il dolore provato quando il nostro animaletto di casa se ne va è un tema di cui non si discute abbastanza.

Per di più, le persone che non hanno mai vissuto l’affetto di un animale ignorano il peso di una situazione del genere, pertanto la disprezzano e la sottovalutano. In questo modo, chi vive questo doloroso momento riceve un’altra carica di sentimenti negativi, che derivano dalla mancanza di comprensione del suo dolore.

Un gatto, un cane, un coniglio, una tartaruga… Non si tratta solo di “animali”: quando li adottiamo, diventano parte della nostra famiglia.

Un dolore poco riconosciuto

Se avete mai provato sofferenza per la scomparsa del vostro animale domestico, forse vi siete scontrati con persone che dicevano frasi del tipo “Ma è solo un animale”, “Adottane un altro”, ecc. Questo non aiuta per niente chi ha appena perso il suo fedele amico.

Vi immaginate di andare ad un funerale e fare lo stesso commento parlando di un bambino che è appena deceduto? È forse giusto dire “Non preoccuparti, puoi farne un altro”? Se a un vostro collega è morto un genitore, potete forse dirgli “Scegli un altro padre o un’altra madre”?

Si continua a sottovalutare l’impatto emotivo che la scomparsa di un animale domestico implica. Tant’è che sono molte le persone che non provano nulla e non si rendono conto quando un loro amico stretto sta soffrendo proprio a causa di questa perdita. Anzi: spesso evitano il tema perché non gli danno importanza. CONTINUA A LEGGERE SU LA MENTE E’ MERAVIGLIOSA