Macabro ritrovamento nel vestito di Zara, la cliente denuncia tutto: “Sono scioccata”

“Stiamo indagando sulla questione” è stata la replica dell’azienda

L’esperienza riportata dai media internzionali è una delle più spiacevoli che possano capitare all’ignara cliente di un negozio di abbigliamento, disgustata dalla scoperta di un topo morto imbrigliato nelle cuciture del capo acquistato.

La storia è quella di Cailey Fiesel, una donna di New York che ha fatto causa al colosso di moda Zara dopo aver trovato la spiacevole sorpresa nell’orlo del vestito.

La donna ha detto di aver acquistato due abiti dal punto vendita del Connecticut nel mese di luglio, avvertendo subito un odore pungente. Inizialmente la Fiesel ha pensato che ci fosse una corda allentata lungo l’orlo del vestito, prima di rendersi conto che era la zampetta di un roditore.

Il suo racconto è stato documentato dalle foto portate in tribunale. Fiesel sostiene che il macabro ritrovamento le abbia procurato una brutta eruzione cutanea, supportata anche dai certificati medici allegati, e di un forte stress emotivo.

“Zara ha violato il suo dovere di esercitare ragionevole cura nella progettazione, produzione, controllo, distribuzione, fornitura, la fornitura, il controllo e ha venduto i suoi prodotti con negligenza” ha detto il legale della donna.

Come riporta TMZ, un portavoce di Zara ha risposto alla dura accusa: “Zara USA sta indagando ulteriormente sulla questione. L’azienda ha rigorosi standard di salute e sicurezza. Siamo impegnati a garantire che tutti i nostri prodotti soddisfano questi requisiti rigorosi”.

today.it