Roma, i movimenti per la casa occupano Piazza Venezia

Cinquanta persone aderenti ai Movimenti per la casa sono state fermate dalla polizia di Stato dopo aver inscenato una manifestazione non autorizzata in piazza Venezia. Gli attivisti sono stati fotosegnalati e denunciati per omesso preavviso, occupazione della pubblica via, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale.

E’ successo tutto t​ra il Campidoglio e Palazzo Chigi, in un giorno simbolico, quello dell’inizio delle feste natalizie “che feste non saranno per molti che non sanno neanche dove viverle”. Come riporta Roma Today i movimenti per il diritto all’abitare hanno deciso di occupare piazza Venezia : duecento le persone che si sono piazzate al centro delle aiuole, lì dove la sindaca Raggi accenderà l’albero di Natale alle 17 e 30 di oggi.

Motivo della protesta la risoluzione dell’emergenza abitativa. Bersaglio principale Matteo Renzi e le sue politiche sulla casa, ma anche la sindaca Raggi e il Movimento Cinque Stelle “che da noi hanno preso voti”, dicono i Movimenti, “ma che stanno sostanzialmente perpretando le politiche a favore della speculazione e della non risoluzione di un problema storico per la Capitale. Non ci sposteremo da Piazza Venezia fino a quando il Comune di Roma, la Regione Lazio e la prefettura non incontreranno congiuntamente i movimenti per il diritto all’abitare. Non vogliamo più parlare con la Polizia!”

Dure le parole contro Renzi: “Come è accaduto immediatamente dopo il risultato elettorale che sanciva la sconfitta del “Partito Di Renzi” (PDR), dove in molti si sono