Assicurazione auto scaduta: se avviene un incidente nei primi 15 giorni sei coperto?

Se la polizza assicurativa rc auto scade, essa resta ugualmente valida fino a 15 giorni dalla scadenza, sia che l’automobilista la rinnovi, sia che non lo faccia. Pertanto, se l’automobilista non assicurato compie un incidente stradale entro i primi 15 giorni dalla scadenza del contratto, questi è ugualmente coperto dall’assicurazione anche se, in quest’arco di tempo, non provvede a rinnovare la polizza. A chiarirlo è una sentenza di poche ore fa della Cassazione.

La legge prevede una “ultrattività” dell’assicurazione sull’auto di 15 giorni. In altri termini, una volta scaduto il contratto di assicurazione, la polizza resta valida per altri 15 giorni onde dare all’automobilista il tempo per provvedere al rinnovo. A questo punto possono verificarsi due diverse ipotesi:

se, durante tali 15 giorni, l’automobilista compie un incidente, la parte danneggiata viene indennizzata dall’assicurazione del responsabile che (ancora) non ha rinnovato la polizza;
se invece l’incidente si verifica dal 16 giorno successivo alla scadenza del contratto, l’automobilista non è più coperto dall’assicurazione e gli eventuali danni provocati dall’incidente sono a suo carico. O meglio: la parte danneggiata viene pagata dal Fondo di Garanzia Vittime della Strada e il Fondo, a sua volta, si rivale nei confronti dell’automobilista responsabile e senza assicurazione.

Assicurazione scaduta, anche se non la rinnovi più, nei primi 15 giorni sei coperto
La sentenza della Cassazione in commento chiarisce qualcosa che, spesso, sfugge. L’ultrattività della polizza nei primi 15 giorni opera a prescindere dal fatto che, in tale periodo, il proprietario del mezzo rinnovi il contratto. Egli potrebbe anche non farlo. Se non lo fa, si ha che:

tutti gli incidenti nei primi 15 giorni restano ugualmente coperti dall’assicurazione;
mentre quelli dal 16mo giorno in poi non lo sono più.