Il Grande Fratello ti osserva e ti multa: le città disseminate di fototrappole

Abbandona i rifiuti dove non si può. Non contento ci orina sopra. Tutto a favore di telecamera che riprende. E sì le minitrappole antifurbetti della spazzatura che il Comune ha disseminato in tutte le zone della città non lasciano scampo a nessuno e sotto Natale la Polizia municipale ha tirato le fila. Gli occhi indiscreti hanno dipinto una realtà variegata. C’è l’anziana che percorre una via del centro e pensando di non essere vista si getta via i rifiuti dove non si può. Chi si avvicina alle vecchie zone che ospitavano i bidoni e di notte scarica di tutto. Le telecamere riprendono anche dei nomadi che si portano via quello che potrebbe essere usato ancora.

Non finisce qui: c’è anche una marea di sacchetti che in barba alla differenziata vengono lasciati in uno slargo poco distante, fanno sapere, gli agenti della Municipale dal palazzo dove risiede anche il sindaco della Spezia. Addirittura la sfrontatezza di un utente arriva a fargli lasciare i rifiuti davanti all’isola ecologica comunale di Piramide trovandola chiusa. Tutti questi frame con tanti spezzini che nella vita di tutti i giorni magari sono regolarmente a prendere il caffè al bar censurando comportanti incivili sono nel database dei Vigili urbani.

E uno per uno sono stati pizzicati, identificati, multati e nel caso il gesto fosse contrario anche al codice penale pure denunciati. «E’ successo nel caso della persona che si è messa a orinare per strada – ha detto Alberto Pagliai, comandante della Municipale – e nel caso che l’abbandono di rifiuti interessi delle attività economiche».