Raggi: ‘No commissariata, avviso garanzia? Valuterò’. Bergamo vicesindaco

L’assessore alla crescita culturale Luca Bergamo è il nuovo vicesindaco di Roma. La maggioranza M5S in Campidoglio ha condiviso la scelta della sindaca Virginia Raggi di offrire a Bergamo il posto che era di Daniele Frongia, dimessosi dopo le polemiche seguite all’arresto di Raffaele Marra, già capo del Dipartimento del personale.

“Se mi arriverà un avviso di garanzia? Valuterò”. Così Virginia Raggi uscendo stamani da casa per recarsi in Campidoglio dove l’aspetta un’altra ‘calda giornata’ alla fine della quale potrebbe arrivare la designazione del nuovo vicesindaco.

“Non sono commissariata e mi sento ancora dentro M5S”, ha precisato la sindaca della Capitale.

Colomban, non disponibile a fare vicesindaco – Massimo Colomban “non ha il tempo e la disponibilità per assumere il ruolo di Vice-Sindaco in Roma Capitale”. Lo afferma all’ANSA, l’assessore alle Partecipate. “Come imprenditore e tecnico – spiega – ho infatti assunto il ruolo di ‘assessore alla riorganizzazione delle Partecipate” e quindi preferisco “completare questo compito, prima di assumere altri impegni gravosi e/o politici”.

Alemanno, Virginia Raggi dovrebbe dimettersi – “Virginia Raggi? Era la peggiore dei cinque consiglieri comunali del suo partito nella scorsa legislatura, sapevano tutti che sarebbe stata totalmente inadeguata”. Lo dice in un’intervista a Libero l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno. “È la maledizione del casting, una invenzione di Berlusconi che, purtroppo, è diventata la norma. Raggi era giovane, donna, telegenica e hanno soprasseduto al fatto che non fosse adeguata al ruolo. Il risultato è che si è lasciata catturare da un personaggio come Raffaele Marra”.