Accerchiano passante e gli sferrano pugno in faccia

Diciotto mesi dietro le sbarre. È stata questa la decisione di un giudice della Grimsby Crown Court che ha condannato un gruppo di ragazzi accusati di essersi ubriacati e di aver aggredito Alan Bunce, 33 anni, fino a stenderlo a terra con un pugno violento e lasciandolo incosciente in strada fino all’arrivo dell’ambulanza. Un attacco spaventoso sferrato ai danni di un uomo che non solo non aveva provocato la violenza, ma non conosceva nemmeno il gruppo: la sua “colpa” è stata unicamente quella di chiedere spiegazioni sul perché il gruppo lo stesse accerchiando.

A incastrare i tre è stata una telecamera di sicurezza puntata su una piazza di Grimsby, nel North Lincolnshire, in Inghilterra: come mostrano le immagini, intorno alle 6 del mattino del 23 aprile, Bunce stava camminando tranquillamente per recuperare la sua auto dopo una serata con gli amici. Purtroppo nel tragitto si è imbattuto in un gruppo di nove ragazzi che, senza una ragione, lo hanno attaccato: Kyle Thornton, 23 anni, gli ha dato un leggero pugno provocatorio e si è allontanato. Bunce, a quel punto, lo ha raggiunto per chiedere spiegazioni, mentre una ragazza del gruppo stava tentando il possibile per dividerli. È stato mentre i due discutevano che è entrato in scena Aiden Hidderley, 23 anni, che ha sferrato a Bunce un pugno sul volto così potente da lasciarlo privo di sensi a terra. Prima che i ragazzi si allontanassero, infine, il 21enne Tobias Nicholson gli ha dato un calcio. Bunce si è salvato grazie all’intervento di un passante che, subito dopo aver visto gli aggressori dileguarsi, si è fatto avanti e ha chiamato immediatamente l’ambulanza.