La Squadra Mobile arresta un 48enne per rapina aggravata.

Nei giorni scorsi personale della Squadra Mobile, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale su richiesta della Procura di Brescia  ha tratto in arresto per il reato di rapina aggravata, il pregiudicato R.M., di 48 anni.

L’uomo, il 28 novembre precedente, all’interno dell’autorimessa della stazione ferroviaria di Brescia, aveva aggredito, colpendolo al volto con una lattina, un avvocato intento a recuperare la propria autovettura, costringendolo a farsi consegnare una somma di denaro pari a 500 euro.

Il professionista, dopo essere ricorso alle necessarie cure mediche aveva, quindi, sporto denuncia presso il Commissariato “Carmine”, che avviava immediate indagini per identificare l’autore della rapina.

Sfruttando la meticolosa descrizione dell’aggressore da parte della vittima, i poliziotti, anche attraverso l’aiuto dei filmati delle telecamere installate nella zona della stazione, identificavano immediatamente il rapinatore deferendolo all’Autorità giudiziaria, che, attesa la gravità dei fatti, provvedeva a richiedere un provvedimento restrittivo poi effettivamente emesso dal GIP.

L’uomo, che nel frattempo si era allontanato da Brescia, temendo evidentemente di essere ricercato, è stato rintracciato, il 22 dicembre scorso, a Cremona dagli investigatori della Squadra Mobile Bresciana ed associato presso il carcere del capoluogo lombardo.

Roma, 30 dicembre 2016