Spacciatore viaggiava a bordo di un motorino rubato: arrestato dalla Polizia di Stato.

E’ accaduto durante il week end appena trascorso: una pattuglia della Polizia Stradale di Riccione, transitando in una via di Rimini, ha notato il conducente di un ciclomotore con le luci spente che, alla loro vista, ha cercato in tutta fretta di invertire la direzione per evitare lo scomodo incontro; tuttavia la manovra non è sfuggita agli agenti, particolarmente all’erta in questo delicato periodo di festività, che, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato il mezzo alla cui guida si trovava un ragazzo di 19 anni, originario di Tunisi e già noto alle forze dell’ordine.

Il nervosismo mostrato dal giovane, anche una volta fermato, ha insospettito ulteriormente i poliziotti che hanno deciso di approfondire il controllo; ed infatti dagli abiti, ben nascoste, sono sbucate alcune dosi di marijuana.

Anche gli accertamenti sul ciclomotore hanno fornito i riscontri previsti; il mezzo era stato infatti rubato poche ore prima nel centro di Rimini ad un giovane che l’aveva parcheggiato in Largo Giulio Cesare.

Il tunisino, risultato privo della patente prevista e peraltro clandestino sul territorio italiano, è stato tratto in arresto; giudicato con rito direttissimo è stato condannato ad un anno e sei mesi di reclusione con pena sospesa ed immediatamente munito di decreto di espulsione.

Roma, 4 gennaio 2017