INCHIESTA: QUALI SARANNO I LAVORI DEL FUTURO? – 2ª PUNTATA

Continuiamo la nostra inchiesta su quali nuove professioni vedranno la luce grazie al continuo progresso della scienza e della tecnologia.
Quali nuove occupazioni si affermeranno? Tentiamo di rispondere a questa domanda, visto che può essere utile per capire meglio l’evoluzione del mercato del lavoro e intercettare in anticipo le nuove opportunità. Uno studio realizzato dall’istituto di ricerca FastFuture per conto del governo britannico ha individuato le 20 nuove professioni che nasceranno o si svilupperanno entro il 2030.
Nessuno, ovviamente, può affermare con certezza che le cose andranno proprio così, ma le probabilità, assicurano gli esperti, sono molto alte. Un motivo in più quantomeno per trovare ispirazione per le prossime scelte in ambito lavorativo.Naturalmente questo è uno sguardo verso il “futuro più futuro”, con una buona dose di ottimismo. Ci può anche servire a capire quanto vada veloce oggi la scienza, e quanto sia necessario sempre più stare al passo coi tempi se non si vuole restare esclusi dal mercato del lavoro.

Ecco il fantasmagorico elenco di 20 nuovi lavori che potrebbero nascere, e probabilmente nasceranno, antro i prossimi anni.

  • Costruttore di parti del corpo

I progressi della scienza renderanno possibile la creazione di parti del corpo. Così, nasceranno anche delle figure professionali che dovranno occuparsi di questo: i costruttori di parti del corpo. Accanto a questi novelli Frankestein, il business del futuro darà origine a due nuove ulteriori occupazioni. Dal momento che nasceranno anche i negozi e i centri di riparazione ci sarà bisogno di venditori specializzati e di riparatori di parti del corpo.

  • Nanomedico

Le nanotecnologie fanno passi da gigante e in futuro potranno dare vita a una serie di strumenti in “nanoscala” subatomica, inserti e processi in grado di rivoluzionare le cure mediche e l’assistenza sanitaria. Per somministrare questi nuovi trattamenti nasceranno nuovi specialisti della nanomedicina.

  • “Pharmer“, agricoltore/allevatore genetista

Gli agricoltori del futuro potranno operare su colture e pascoli modificati geneticamente per migliorare i raccolti e produrre proteine a scopo terapeutico. Nello spettro delle possibilità ci sono i pomodori che contengono vaccini al loro interno e il latte di mucca, pecora e capra con proprietà curative.

  • Manager/consulenti della terza età

Saranno gli specialisti che si occuperanno di aiutare la popolazione che invecchia a gestire le loro esigenze personali e di salute. Il loro compito sarà quello di mettere a punto soluzioni innovative in campo medico, farmaceutico, psichiatrico, protesico, e di trovare nuove proposte per l’alimentazione e per il fitness.

  • Chirurgo per l’aumento della memoria

Ci potranno essere chirurghi in grado di aggiungere una capacità mnemonica supplementare a chi vuole aumentare la propria memoria. Un loro ulteriore compito sarà quello di aiutare le persone che potrebbero soffrire di disfunzioni sensoriali per il fatto di aver ricevuto nel corso della loro vita un sovraccarico informativo che porta all’incapacità di apprendere altre informazioni.