Vecchie monete e schede telefoniche: ve le ricordate? Ecco quanto valgono oggi

Paradosso solo apparente, non c’è moneta che valga di più di quella che ha smesso di avere circolazione legale, come ben sanno i collezionisti. Ecco allora che la vecchia lira, rimpianti da taluni, può rivelarsi un bel tesoretto, in euro, per chi ne possieda ancora qualche esemplare.

Di seguito una graduatoria del controvalore, in euro, della vecchia valuta stampata da Bankitalia.

La moneta da 100 lire, coniata nel 1955 può raggiungere un valore massimo sul mercato del collezionismo di 1.200 Euro.

La moneta da 50 lire emessa nel 1958 può valere anche 2000 euro, purché sia ancora lucida e priva di graffi.

La moneta da 5 lire risale al 1956 ha un valore intorno ai 50-60 euro che può però salire fino a 1500 – 2000 euro se in ottimo stato di conservazione e magari ancora un po’ lucida.

La moneta da 2 lire è piuttosto rara ed apprezzata soprattutto nella versione emessa nel 1958. Il suo valore parte da 100 euro e può arrivare fino a 500.

La moneta da 10 lire ha un valore che oscilla tra i 50-70 euro, nella versione coniata nel 1954, e i 4-5000 euro, nella versione risalente al 1947.