Cocaina davanti alla scuola dell’infanzia

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna hanno assicurato alla Giustizia altri tre spacciatori africani, un nigeriano e due tunisini, tutti con precedenti di polizia.

Il primo, un 22enne, senza fissa dimora, è stato arrestato davanti alla Scuola d’Infanzia “Betti Giaccaglia”, per aver tentato di spacciare una dose di cocaina a un Carabiniere della Stazione Bologna Bertalia, impegnato in un servizio antidroga, specificatamente allestito per tutelare i minori che frequentano l’Istituto.

Gli altri due tunisini, un 39enne senza fissa dimora e un 40enne, domiciliato a Bologna, sono stati arrestati in via del Pratello, per aver tentato di spacciare una dose di hashish a una pattuglia di Carabinieri della Stazione Bologna, anche loro, vestiti in abiti civili per infiltrarsi meglio tra gli spacciatori di strada. Durante la “trattativa”, il 39enne, ignaro di avere di fronte un pubblico ufficiale, ha fornito al militare il suo numero di telefono cellulare, da utilizzare in futuro per ordinare e acquistare la “bamba”, in riferimento alla cocaina.

La sostanza stupefacente rinvenuta nel corso dei controlli è stata sequestrata unitamente a un centinaio di euro, complessive, che i tre spacciatori avevano con sé, probabilmente, a seguito dell’incasso di altre attività illecite andate a buon fine.

Roma, 14 gennaio 2017