METEO: Freddo, vento devastante e bufere di neve, poi la sorpresa..

E’ un luogo comune, da sempre, associare gli ultimi giorni di Gennaio, i cosiddetti giorni “della merla”, a un tempo freddo e invernale. Ma c’è una ragione che giustifica questa credenza? Senz’altro si.

GIORNI DELLA MERLA, FREDDI PER TRADIZIONE – Entro metà stagione, il nostro mare, mediamente, dovrebbe aver smaltito tutto il calore immagazzinato nel semestre caldo, raffreddandosi.

Il raffreddamento marittimo si traduce in un minore calore apportato verso la terraferma, nonché in una maggiore enfatizzazione delle incursioni fredde, qualora cadano in questo periodo.

Il fatto che gli ultimi giorni di gennaio, cosiddetti “della merla”, possano ritenersi i più freddi dell’anno, ha una oggettiva ragione termica marittima, ma anche dinamica atmosferica.

ULTIMI ANNI, NIENTE GELO – Nel corso degli ultimi anni gli episodi geli dal 29 al 31 gennaio sono piuttosto rari, con periodi nient’affatto dominati da neve e gelo. Anzi, in alcuni casi abbiamo avuto giornate decisamente miti, che hanno fatto pensare a un arrivo anticipato della primavera.

FREDDO PROBABILE, MA NON CERTO – Tuttavia, affinché si realizzi il culmine del freddo stagionale, deve pur essere presente una circolazione fredda, semmai oltremodo enfatizzata per le ragioni descritte. Non sempre, in coincidenza dei famosi giorni della merla, la circolazione barica è favorevole al freddo. Potrà essere il caso di quest’anno.

FASE ANTICICLONICA E MITE ANZICHE’ FREDDA?– In base agli ultimi aggiornamenti, traspare una certa tendenza a proporre l’anticiclone su buona parte del Mediterraneo e parte dell’Est Europa, conseguenza fisiologica dell’instabilità e del freddo accumulatosi da molti giorni su questi settori.

ANTICICLONE IN ARRIVO – Appare sempre più possibile l’alta pressione tra il 28/29 Gennaio e verso i primi 3-4 giorni di Febbraio. Come visibile dall’immagine allegata, l’alta pressione interesserebbe un po’ tutto il Mediterraneo con estensione all’Europa centrale e a parte di quella orientale.

IlMeteo