In albergo, sepolti dalla slavina: tutte le loro storie

Continuano le ricerche delle persone rimaste sepolte sotto la slavina che ieri ha investito l’hotel Rigopiano di Farindola. Nella struttura c’erano 22 turisti, fra i quali alcuni bambini e 7 dipendenti. l’allarme era stato dato via Whatsapp, ‘albergo sommerso da neve’. Al momento è stato estratto il corpo di una prima vittima. I vigili del Fuoco, i primi giunti sul posto, dicono che l’hotel è stato “spazzato via”.  C’è invece chi è riuscito a salvarsi: “Due persone, Giampiero Parete e Fabio Salzetta – riferisce una fonte del soccorso alpino della guardia di finanza – che si trovavano fuori dalla struttura, sono state messe in salvo”. Sulla sua pagina Facebook Giampiero Parete ha postato solo foto di tutta la famiglia insieme, sempre lui con la moglie e i due bambini. E le ultime immagini sono proprio della festa di compleanno di Ludovica, la bimba ha appena compiuto 6 anni. ”E poi arriva un giorno – ha scritto Giampiero il 13 gennaio scorso postando una bella foto della figlia – e tu hai già 6 anni. Tantissimi auguri Ludovica, un bacione da papà”. Lui è stato trovato vivo dai soccorritori, in stato di ipotermia, era uscito dall’hotel quando la struttura è stata travolta. Loro sono rimasti dentro.

I fidanzati – Stefano Feniello, originario di Valva, era a Farindola per festeggiare il compleanno insieme con la fidanzata Francesca Bronzi (foto sotto). Feniello abita a Silvi Marina, in Abruzzo, dove la famiglia si era trasferita per motivi di lavoro alcuni anni fa. A Valva ci sono tanti parenti in attesa di conoscere l’esito delle ricerche. Il sindaco di Valva, Vito Falcone, ha contattato la Prefettura di Salerno per avere notizie immediate sui soccorsi e sul destino del suo concittadino.

 

Il dipendente della struttura – C’è anche un ternano di 33 anni, tra le persone di cui non si hanno più notizie dopo la slavina che ha colpito l’hotel Rigopiano. Alessandro Riccetti (foto sopra), che era dipendente della struttura alberghiera, ha avuto l’ultimo contatto telefonico ieri con la madre, prima della slavina, ma risulta al momento irrintracciabile. La vicenda viene attentamente seguita dalla prefettura di Terni, che è in stretto contatto con la famiglia del disperso, le autorità e i soccorritori abruzzesi.

La coppia di Chieti – Anche una coppia di Castel Frentano (Chieti) risulterebbe dispersa nel crollo dell’hotel. Si tratta di Luciano Caporale, 54 anni, e la moglie, Silvana Angelucci, 46 anni, entrambi di professione parrucchieri. La coppia era giunta in hotel domenica pomeriggio per ripartire martedì sera ma, a seguito del peggioramento delle condizioni meteorologiche, hanno deciso di trattenersi fino a ieri, mercoledì.

La famiglia con il bimbo di 7 anni – C’è anche un famiglia di tre persone di Osimo: la madre è una commerciante, il marito un poliziotto, con il loro bimbo di 7 anni. Lo ha confermato il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni.

I fidanzati in vacanza – Di Marco Vagnarelli e Paola Tomassini (foto sopra) – questi i nomi dei due giovani Castignano dispersi all’hotel Rigopiano a Farindola, i familiari non hanno notizie da ieri pomeriggio. I due si trovavano nella località abruzzese per una vacanza di due giorni e stavano per ripartire alla volta del Piceno. Vagnarelli è un dipendente dell’Ariston, mentre la compagna, originaria di Montalto Marche, lavora per la società Autogrill.

Fonte: Caffeina Magazine
19/1/2017