Confermata condanna di Ciancimino, rischia il carcere

Sentenza per esplosivo sotterrato in giardino.

La Cassazione ha confermato la condanna a 3 anni per Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo, accusato di detenzione di esplosivo. Per il teste del processo sulla trattativa Stato-mafia potrebbe scattare il carcere: condannato nel 2011 a 2 anni e 8 mesi, con sentenza definitiva, per il riciclaggio del tesoro del padre, beneficiò dell’indulto. La nuova condanna comporterebbe però la revoca del beneficio e la possibilità che sconti entrambe le pene.

Fonte Ansa

Roma, 23 gennaio 2017