LA TAC IN OSPEDALE E’ GUASTA: TERESA MUORE ASPETTANDO PER DUE ORE UN’AMBULANZA RIANIMATIVA

Maria Teresa, 52 anni, è deceduta dopo aver aspettato per due ore in un’ambulanza rianimativa. Arrivata all’ospedale Loreto Mare, è stata poi trasferita al San Giovanni, perché la Tac non funzionava. Nel frattempo la donna, che soffriva di frequenti crisi ipertensive, è morta. La vicenda è stata raccontata questa mattina su la Repubblica da Conchita Sannino. Da quanto ricostruito la donna è arrivata alle 11.30 al Loreto Mare, si sospetta un’aneurisma o un’emorragia celebrale: accusa un mal di testa lancinante, con dolori insopportabili.

Serve una Tac per stabilire la diagnosi e intervenire tempestivamente, ma per fare gli esami Teresa deve essere trasferita, ma serve un’ambulanza rianimativa per portarla al San Giovanni Bosco. Ma la vettura arriva dopo due ore, visto che nella città ne esistono soltanto due, e la donna non ce la fa. Va in coma e si spegna davanti gli occhi dei parenti, quando arriva al San Giovanni Bosco è troppo tardi e mezz’ora dopo si spegna.
La testimonianza del primario di pronto soccorso Alfredo Pietroluongo al quotidiano:

Tutti lo sanno, sono mesi e mesi che inviamo segnalazioni: abbiamo macchine desuete, Tac e Radiologia funzionano un giorno sì e 4 no. Ma noi siamo qui, ci prodighiamo e a volte serve a poco: anzi diventiamo bersaglio di aggressioni e malessere.