Deteneva illegalmente in casa aggressivi chimici ed altri congegni micidiali idonei alla costruzione di bombe artigianali

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Nicosia unitamente a quelli della Stazione Centuripe hanno tratto in arresto un 41enne, pregiudicato, di Centuripe poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione illegale di aggressivi chimici e di altri congegni micidiali.
I Carabinieri nel corso della perquisizione domiciliare, operata presso l’appartamento dell’uomo, hanno ritrovato, all’interno del vano garage, materiale esplosivo e sostanze chimiche che consentono la fabbricazione di ordigni anche di notevole potenza, confezioni di grossi petardi di genere vietato contenenti polvere pirica nonché materiale in polvere e liquido che se combinato chimicamente, consente di fabbricare esplosivi e bombe carta anche potenti.

L’uomo, già gravato da precedenti specifici, in casa aveva il materiale necessario, comprese palle di piombo e chiodi modificati da inserire all’interno degli ordigni per aumentare le capacità offensive. Rinvenute anche dei gusci di uova di gallina con all’interno della polvere la cui natura è ancora da accertare.

L’attività di polizia giudiziaria rientra in una più ampia attività di controllo svolta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Enna, sul territorio del Comune di Centuripe, dove nell’ultimo periodo si sono verificati degli strani incendi dolosi di autovetture.
Adesso le indagini dei Carabinieri, coordinate dal Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Enna, puntano a stabilire il motivo per il quale il l’uomo detenesse questo materiale.

L’arrestato ultimate le formalità di rito è stato condotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Roma, 26 gennaio 2017