Il dramma di una madre alleviato da centinaia di messaggi – PHOTOGALLERY

Stacie Goddard, 22 anni, da Margate, ha perso suo figlio Peter nel luglio 2016 dopo aver partorito alla 22esima settimana. La creatura pesava 420 grammi, meno di un sacchetto di zucchero. Da quel giorno la madre ha iniziato una campagna per diffondere il suo nome in tutto il mondo. Il piccolo Peter soffriva di agenesia renale, per cui non è riuscito a sviluppare reni e polmoni ed è quindi morto appena cinque minuti dopo il parto. “Abbiamo dato alla luce il nostro bel maschietto, Peter Ryan Tiberius Goddard, il 1° luglio alle 03:35”, ha raccontato la mamma.

Dopo la nascita, la mamma riesce a passare 16 ore col suo Peter e riescono anche a battezzarlo, peraltro un ente di beneficenza ha realizzato foto professionali per la piccola creatura e in tanti hanno donato abiti su misura, che sono ora un ricordo che Stacie Goddard ha di suo figlio. Ora la donna e il suo partner Stephen Price, 28 anni, aspettano una bambina a maggio e si dicono pronti ad amarla come avvenuto con il piccolo Peter. La coppia ha scritto un messaggio per Peter, che era il loro primo figlio, e questo è stato condiviso su ‘Angel Parents’, una pagina social creata da Stacie Goddard per stare vicini ai genitori che hanno avuto un lutto simile.