Lo Shaboo, la droga che deforma il viso sempre più popolare in Italia

Diffusione e prezzi dello Shaboo in Italia
Negli ultimi anni il consumo di Shaboo in Italia è moltiplicato, come nel resto d’Europa. Lo testimonia anche Pablo Trincia che, nella docu-serie web “Toxicity” realizzata per Fanpage.it, racconta la difficile situazione in una delle piazze di compravendita più importanti del Paese, e cioè Milano, dove sono all’ordine del giorno gli arresti per spaccio di questa sostanza stupefacente. Non è da meno Roma, invasa da questa droga sintetica nelle zone della movida, da San Lorenzo all’Esquilino, passando per il Pigneto e Centocelle. Risale al 2010 il primo caso di morte da Shaboo. La vittima era un 19enne di Carpi deceduto in seguito al consumo di un mix micidiale di metanfetamina e ketamina fuori da un locale bolognese. Tra i motivi della sua popolarità, vi è di certo il fatto che può essere fatta in casa. Si possono usare come base comuni farmaci da cui estrarre il principio attivo, la pseudoefedrina, da “cucinare” poi con acido per batterie e  altre sostanze usate per sturare tombini o lavandini. I prezzi non sono bassi, anzi: una dose di Shaboo pesa solo 0,1 grammi e viene venduta al dettaglio a un prezzo che va da 30 ai 50 euro. Per un solo grammo, pari a 10 dosi, invece, il costo parte da 150 euro, alimentando così un mercato illegale ma dal valore inestimabile.

fonte FanPage