Crolli in autostrada. “Cosa c’è veramente nel cemento armato usato in Italia”: la rivelazione dell’esperto

Con il cemento armato oggi ci si può permettere arditezze ingegneristiche irrealizzabili con altri materiali: è un materiale usato per la costruzione di opere civili, costituito da calcestruzzo (una miscela di cemento, acqua, sabbia e aggregati, cioè elementi lapidei, come la ghiaia) e barre di acciaio (armatura) annegate al suo interno ed opportunamente sagomate ed interconnesse fra di loro.

È un materiale che conosciamo tutti, ma quanto dura nessuno lo sa, sebbene gli inventori ne pronosticassero una vita eterna. I manufatti in calcestruzzo armato più antichi risalgono soltanto a un secolo e mezzo fa, dunque nessuno può sapere quanto resteranno in piedi.

Il problema più concreto è però un altro. In Italia per spendere meno e lavorare più in fretta spesso viene ridotta la sezione dei tondini di ferro, imponendoli lisci invece che «costati», e viene usata sabbia di mare (praticamente disponibile gratis) invece che di fiume.

Fonte: Today