Terribile: due donne italiane tra le vittime dell’attacco a Düsseldorf

Terribile: due donne italiane tra le vittime dell’attacco a Düsseldorf. Nell‘attacco alla stazione centrale di Düsseldorf, dove un uomo armato di accetta ha aggredito alcuni passanti con l’ascia “due donne italiane sono rimaste lievemente ferite”. Lo ha detto il console italiano di Colonia Emilio Lolli, spiegando che le nostre connazionali ferite sono “una zia e sua nipote, provenienti da Bergamo” e una delle due “è stata ricoverata questa notte in ospedale per una ferita lieve e quando sono arrivato questa mattina alle otto era stata dimessa”.

“Mi ha chiamato la presidente del Land, la signora Hannelore Krast, per esprimere il suo dispiacere” per il coinvolgimento delle connazionali e per assicurare che “le autorità tedesche sono pronte a dare qualsiasi forma di assistenza anche psicologica”, ha ricordato ancora il console. Nell’attacco alla stazione centrale di Düsseldorf, nove sono le persone ferite, quattro delle quali in gravi condizioni. L’aggressore è un uomo di 36 anni originario del Kosovo abitante di Wuppertale “con evidenti disturbi psichici”.

Particolarmente preoccupanti le condizioni di una ragazzina di 13 anni, ma nessuno dei feriti gravi è in pericolo di vita, al contrario di quanto si temeva in un primo momento. Intanto stamattina si è verificata un’altra aggressione e l’autore è in fuga. “In questo momento siamo molto sensibili ma anche molto prudenti di fronte a questo tipo di notizia. Attualmente abbiamo molti agenti impegnati”, ha detto un portavoce della polizia di Düsseldorf.

Fonte: Direttanews