“Cerchiamo case per accogliere i profughi, obbligatoria la tv satellitare”: il bando del Comune fa discutere

Sta suscitando non poche polemiche il bando del Comune di Resana (Treviso) con il quale si cercano case da destinare ai profughi. Il comunicato scritto dal commissario Gaetano Tufariello è volto a trovare immobili a uso abitativo da destinare all’accoglienza dei profughi che arriveranno nel comune veneto da luglio di quest’anno fino al 2019.

Quello che fa storcere il naso è sia la questione economica sia le caratteristiche richieste per questi appartamenti. “Il corrispettivo dell’affitto – si legge nel bando – sarà proporzionale al numero di persone ospitate nell’immobile ed è quantificato in circa 120-130 euro al mese per ciascuna persone ospitata”.

Il comune fa sapere che l’accoglienza avverrà attraverso lo Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e che in questo modo saranno ospitati solo persone il cui status di profugo sia stato già certificato.