“Cerchiamo case per accogliere i profughi, obbligatoria la tv satellitare”: il bando del Comune fa discutere

Insomma niente clandestini e o finti richiedenti asilo. Ciò nonostante le polemiche non si placano. Soprattutto per il fatto che nel bando viene specificata la dotazione minima degli immobili, e in particolare – oltre alle ovvie presenza di un impianto igienico sanitario, di un impianto elettrico, di illuminazione, riscaldamento ed eventuale condizionamento – anche di un impianto tv satellitare.

Evidentemente si ritiene sia un bisogno fondamentale quello di avere una tv collegata alla parabola. Una condizione con la quale non tutti si trovano d’accordo.

Fonte: Direttanews