Coniugi uccisi a colpi di ascia nel ferrarese, il figlio Riccardo pestato in carcere

L’aggressione, dicevamo, è avvenuta una sera di alcuni giorni fa tra le mura del ‘Ferrante Aporti’. I motivi dell’alterco non sono chiari, anche se, a quanto trapela, la direzione del carcere avrebbe escluso una diretta responsabilità del 16enne ferrarese.

Un banale litigio degenerato insomma, come purtroppo può accadere in contesti non facili. Una situazione che però è già stata riportata alla normalità. L’aggressore – un detenuto di passaggio in quel carcere – sarebbe infatti stato spostato. Come accennato, non sono chiare le ragioni che stanno all’origine del bisticcio finito a pugni anche se al momento non si può escludere che possano essere legate ai fatti per i quali Riccardo Vincelli si trova in carcere.

Il caso è stato comunque ‘archiviato’ come un brutto inciampo su un percorso intrapreso già da qualche tempo con psicologi ed educatori nel quale, a quanto si apprende, il 16enne si starebbe inserendo in maniera tutto sommato positiva.