Faceva il catechista ma era un noto pedofilo: “Pratiche orribili sui minori”

Inoltre è attualmente sotto processo, sempre a Termini, anche per presunti abusi sessuali a danno di alcuni ragazzini. L’inchiesta più recente era nata dopo che Salemi era stato fermato dalla polizia mentre era sul suo scooter senza casco assieme alla ragazza: visti i suoi precedenti, i poliziotti si erano insospettiti.

All’uomo era stato sequestrato il cellulare, sul quale sarebbe stato ritrovato materiale pedopornografico, e la ragazzina era stata sentita dagli investigatori. Non senza difficoltà avrebbe raccontato dei presunti abusi subiti.

Avrebbe anche spiegato che per lei Salemi sarebbe stato “un’opportunità”, la possibilità cioè di studiare e magari di assicurarsi un futuro migliore in una realtà come quella di Termini.