“Sei incinta di una femmina? Devi abortire”. Muore con la bimba. Ecco cosa fa il papà di lei…

hanno fatto i suoi genitori: dopo averla torturata, infatti, l’hanno costretta ad abortire in un ospedale di un piccolo villaggio indiano. Lo scorso 1° marzo, però, Swati è morta dopo essersi sottoposta alle cure di un omeopata, tale Babasaheb Khidrapure, 36 anni, che è poi stato arrestato assieme a suo marito. L’accusa per il “medico” è quella di aver gestito un vero e proprio racket dell’aborto a scopo di lucro.

Ai familiari della vittima, però, non basta. Anche perché i suoceri, a loro dire, nasconderebbero la verità sulla morte della poveretta (inizialmente avevano riferito che era deceduta per un “attacco cardiaco”). Le centinaia di persone che hanno assistito alla scena della cremazione hanno raccontato di essere rimaste in silenzio delle fiamme, perché “la rabbia della famiglia della vittima bruciava più forte”.

Fonte: direttanews