Marcello, clochard arso vivo: l’orrore in un video. La disperazione dei familiari “era un uomo mite, non faceva male a nessuno”

Cimino si sveglia di soprassalto, ma ormai è tardi. L’aggressione fugge, mentre alle sue spalle l’uomo muore bruciato vivo.

I parenti avevano più volte chiesto a Cimino di tornare a vivere in casa, ricevendo sempre un rifiuto. Raccontano che quando li andava a trovare, si presentava “sempre pulito e ben vestito”. “Hanno tolto un padre alle sue figlie.

Era una persona per bene, non faceva male a nessuno se non a se stesso, ogni tanto beveva”, dice l’ex moglie.

var url = parent.document.URL;document.write(”);

FONTE: PalermoToday

se non visualizzi il video PROVA QUI