Soldatesse nude sul web, emergono nuovi scandalosi dettagli

In particolare sarebbe emersa una precisa prassi, con le prime immagini delle donne in questione che vengono ritratte in pose normali in ambito lavorativo ed anche del loro vissuto quotidiano, per poi svelare man mano altre foto hot a seconda delle richieste degli utenti, che avrebbero fornito anche dettagli precisi sulle identità dele donne.

Una delle pagine Facebook incriminate era ‘Marines United’, che contava oltre 30mila membri e che in seguito al deflagrare dello scandalo è stata chiusa. Intanto il generale Robert Neller, comandante dei Marines, ha definito l’intera vicenda imbarazzante.

fonte: direttanews