La rabbia del poliziotto: “Gli agenti non hanno gli strumenti per difendersi dalle aggressioni”

La polizia di Stato è decisamente in prima linea sull’ordine e sicurezza pubblica, è la forza di polizia che quotidianamente, insieme ai carabinieri, combatte per fornire sicurezza urbana sul controllo del territorio ai cittadini e per questo c’è bisogno di strumenti idonei per immobilizzare queste persone.

Servono pene più severe contro chi usa violenze a chi rappresenta lo stato, abbiamo bisogno di protocolli di intervento chiari e inequivocabili che forniscano sicurezza ai cittadini e anche a chi la sicurezza la deve fornire, perché a fronte di chi proviene da culture dove il rispetto delle regole è quasi un’utopia, i nostri attuali strumenti ritengo siano assenti e rappresentino il nulla.

Di Sandro Chiaravalloti
Siap Piacenza