Sventò una rapina e ferì a morte due aggressori, medaglia d’oro dallo Stato al Maresciallo dei Carabinieri Francesco Ferro

Uccise due rapinatori, medaglia d’oro dallo Stato al Maresciallo dei Carabinieri Francesco Ferro

Nel 2007 l’allora vicecomandante del Nucleo radiomobile di Treviglio Francesco Ferro dopo un conflitto uccise due autori di una rapina in discoteca. Dopo ben dieci anni ecco la Medaglia d’oro al valore dell’arma dei Carabinieri, una delle più alte e prestigiose onorificenze militari a livello nazionale

Otto dicembre 2007, quattro malviventi di origine slava compiono una rapina in una nota discoteca nella zona di Treviglio per poi darsi alla fuga a bordo di una potente Bmw.

Dopo una serie di indagini a tappeto l’auto viene rintracciata nelle vicinanze di Sergnano (CR) dall’allora vicecomandante del Nucleo radiomobile di Treviglio Francesco Ferro e dal suo collega Pasquale Busto. Braccato dagli militari uno dei malviventi estrae un’arma ed esplode alcuni colpi che raggiungono entrambi gli oeratori.

Nonostante le gravi ferite riportate il vicecomandante Ferro trova la forza di reagire e, utilizzando l’arma in dotazione, ferisce mortalmente due malviventi, riuscendo poi a bloccare i restanti due grazie alla prontezza di alcuni civili che si trovavano li per puro caso.