Guardia di Finanza: dopo 10 anni di lotta alla droga l’agente a 4 zampe “Sac” va in pensione

Nel 2011, a San Rocco di Camogli, è stato insignito del “Premio Internazionale di Fedeltà del Cane” per i servizi resi alla collettività.

Ora, dopo dieci anni di servizio, Sac ha lasciato la Finanza per godersi una meritata “pensione”. Grazie all’affiatamento che si è creato con il tempo con il finanziere conduttore, Sac rimarrà nella sua famiglia, come cane da compagnia personale. Infatti i cani antidroga che terminano il servizio attivo possono rimanere al loro conduttore, oppure ritornano al centro di Castiglione del Lago per essere adottati anche da privati che ne facciano richiesta, o per addestrare le “nuove reclute”.

La famiglia si allarga, perché ora il finanziere conduttore di Sac, sul lavoro, ha preso in consegna il cane antivaluta Babol, specializzato nella ricerca di denaro contante nascosto addosso alle persone o all’interno di bagagli. E in questo modo Sac, oltre alla “pensione”, guadagna anche un giovane fratello

GenovaToday