Sputi e insulti alla commessa per non aver dato soldi al nomade

Sputi e insulti alla commessa per non aver dato soldi al nomade

E’ successo al forno ‘Dolce e Salato’ di via Massarenti

«Da sei mesi almeno, ogni sera, arrivano queste due persone e chiedono soldi al titolare. Non ne possiamo più e abbiamo paura». Antonella è una delle ragazze che lavorano al forno ‘Dolce e Salato’ di via Massarenti dove, l’altra sera, un sinti ben conosciuto alle forze dell’ordine, residente nel campo nomadi di San Lazzaro, ha aggredito prima verbalmente una sua collega, poi le ha sputato addosso, soltanto perché lei non avrebbe ceduto alle richieste dell’uomo.

Erano circa le 2,45 e l’uomo, rintracciato dai carabinieri allertati dalla ragazza, alla fine è stato denunciato per violenza privata.

«M tanto torna, tornano sempre – continua la ragazza –. Il tipo dell’altra sera di solito viene accompagnato da un altro. All’inizio chiedevano qualcosa da mangiare o da bere.