La bambina fa troppa confusione. La vicina indispettita: “Ora ci penso io…”

Stando a quanto riferito da alcuni testimoni la donna che ha appiccato il fuoco è una trentasettenne che avrebbe commesso il folle gesto in modo volontario: non ha opposto nessuna resistenza agli agenti che l’hanno arrestata e, dopo un interrogatorio durato ore, non sarebbe ancora riuscita a spiegare le ragioni di ciò che ha fatto.

Robert Christiaens, il sindaco del paese che da quando ha appreso la notizia è sotto choc e ha detto che apparentemente tra le due famiglia non c’era mai stato nessun problema e che le indagini proseguono.

Sofiel Mokhfi, 26, un amico di famiglia contattato da un quotidiano statunitense, ha raccontato quello che è accaduto parlando di una tragedia simile a uno “sporco film dell’orrore”. L’uomo ha inoltre riferito che lo zio della bambina ha cercato di vendicarla non appena ha scoperto quanto era accaduto. “Si è procurato una pistola e ha cercato il marito della responsabile dell’aggressione, con l’intento di ucciderlo”.