Al Jazeera gira video dentro Palazzo Marino: per i politici di Milano è psicosi terrorismo

Ne ha fatto una questione di sicurezza anche Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia. “L’ufficio competente sulle autorizzazioni, cioè quello del gabinetto del sindaco, non ne sapeva nulla – ha attaccato il consigliere -. Tra l’altro, per le riprese l’emittente avrebbe dovuto pagare 444 euro, cosa che non mi risulta sia avvenuta.

Depositerò un’interrogazione per sapere come mai nessun gruppo consiliare sia stato avvisato delle presenza della televisione e mi chiedo chi abbia dato l’autorizzazione. Chiedo inoltre che aumentino i controlli e che in via Marino 7 ci sia un presidio della polizia locale”. CONTINUA A LEGGERE SU MILANO TODAY