La bufala del messaggio WhatsApp dal Vice Comandante dei Carabinieri

Avrete tutti riconosciuto il messaggio: ce ne eravamo occupati a Gennaio e, ancora prima, a Dicembre.

Il messaggio virale ha subito la stessa cifra evolutiva di altre catene ben più famose, come la Catena di S. Antonio dello Statuto di Roma per la Privacy su Facebook, laddove, col passare del tempo, il grottesco tentativo di riattivare la viralità di una bufala ormai desueta ha portato ad introdurre la Fallacia di Autorità nel mix, aggiungendo allo stesso testo l’endorsement di finanzieri ed avvocati.

Anche in questo caso, abbiamo una linea evolutiva ben definita:

Nasce tutto nel 2015, quando Snopes segnala l’esistenza dello One Ring Scam: centralini e numeri a pagamento spesso esteri talora telefonano a numeri a caso per poi riappendere. L’operazione è semplice e remunerativa: la curiosità di sapere perché un numero sconosciuto ha cercato di contattarti spinge utenti incauti a richiamare ignorando che, nella migliore delle ipotesi, ci si trova davanti ad un centralino estero, quindi con forte carico sulla bolletta, e nella peggiore ad un vero e proprio numero a pagamento, come i numeri 144 che hanno funestato la generazione passata offrendo oroscopi e messaggerie erotiche accessibili a prezzi esasperati.

 

bufale.net