Scoppia una violenta rissa tra profughi: polizia sul posto, un ragazzo arrestato e un uomo in fin di vita

Scoppia una violenta rissa tra profughi: polizia sul posto, un ragazzo arrestato e un uomo in fin di vita

Milano – Pugni, calci e schiaffi violenti, talmente violenti da ridurre un uomo di trentuno anni in fin di vita. Per questo motivo è stato arrestato un ragazzo di vent’anni. L’episodio è avvenuto in strada, in via Aldini, zona Quarto Oggiaro, a Milano. I due – entrambi rifugiati somali – sono ospiti di due centri d’accoglienza milanesi: il ferito vive in quello gestito dalla Fondazione Arca proprio in via Aldini, dove poco tempo fa è morto un ragazzo. L’aggressore – ma altre persone sono fuggite all’arrivo delle ‘sirene’ – è ospite del centro in via Mambretti.

A telefonare alla polizia, intorno alle ventuno di giovedì, è un residente del quartiere. L’uomo racconta della rissa in strada e sul posto si precipitano le volanti e i soccorritori del 118. Il ferito viene ritrovato a terra privo di coscienza, con un grave trauma cranio-maxillo-facciale. E’ stato ricoverato in codice rosso al Fatebenefratelli. Le sue condizioni restano molto gravi anche se venerdì mattina, secondo la questura, sono migliorate.

Gli agenti ora stanno cercando di comprendere il motivo che ha scatenato la rissa. Intanto l’arrestato è accusato di lesioni personali gravi.

MilanoToday