“Ho visto Angela Celentano su un autobus a Roma”: il caso si riapre

Una donna romana, scrive il Corriere della Sera, sostiene di aver visto Angela Celentano a Roma poco dopo la sua scomparsa. All’epoca dei fatti aveva parlato con la polizia

Alla sua testimonianza nessuno aveva mai dato importanza, ma ora che le indagini hanno ripreso forza e la pista messicana sembra sempre più concreta, tutto si riapre.

Una donna romana, scrive il Corriere della Sera, sostiene di aver visto Angela Celentano a Roma poco dopo la sua scomparsa. La bimba scomparve il 10 agosto 1996 a soli 3 anni durante una gita in famiglia sul monte Faito, in provincia di Napoli.

“Era lei, la piccola scomparsa di cui parlavano tutti. Quell’uomo la chiamava Angelita! Voleva che la seguisse e se la portò via”, dice oggi la donna.

La sua testimonianza potrebbe essere decisiva. All’epoca dei fatti aveva parlato con la polizia, ma la sua segnalazione non aveva avuto seguito.

“Doveva essere settembre, a Roma faceva ancora caldo. Il caso era successo da poco, quell’estate o la precedente. Il viso della piccola sorridente era sempre in tv e sui giornali. Ero sull’autobus che ancora porta dalla Casilina alla Tuscolana, il 558, e d’un tratto li vidi”, ha dichiarato la testimone.