Morto nello schianto sfuggendo alla polizia, in duemila al funerale

Oltre duemila persone, con una grande partecipazione di rappresentanti dei sinti, hanno partecipato ai funerali di Dylan Colombo, 20 anni. Il giovane è morto lo scorso 1 aprile mentre fuggiva dalle forze dell’ordine. Era su una Smart truccata e non aveva rispettato l’alt della polizia. Da lì la fuga, conclusa con un terribile incidente nella zona del Cinquale (Massa Carrara). Agli agenti, scesi dall’auto per prestare soccorso, si è presentata una scena tragica. Il ventenne era già morto, mentre l’amico che era con lui era gravemente ferito.

Il corteo funebre ha accompagnato all’ingresso del cimitero la bara su un tappeto di rose bianche lanciate a terra dai presenti con una coreografia curata, musica e palloncini bianchi e azzurri, e culminata con l’esplosione di fuochi d’artificio al termine della cerimonia. Le vie d’accesso alla zona erano state presidiate dalla polizia municipale che ha fermato il traffico al passaggio del corteo.

Colombo è stato tumulato nella tomba di famiglia al cimitero di Migliarino.

 

La Nazione