Pedofilo abusa di una bimba di 3 anni e poi la uccide. Un’ora prima aveva giocato giocato con lei ad una festa

Serbia – Un killer pedofilo è stato condannato a 40 anni di prigione per aver stuprato e ucciso una bimba di 3 anni, dopo averla rapita a una festa di compleanno. Vladica Rajkovic, 28, ha confessato alla polizia di aver anche ucciso la sua vicina di casa perché la trovava “invadente e fastidiosa”. Appena prima di uccidere la piccola Angjelina Stefanovic, 3, il depravato Rajkovic era stato visto intrattenere i bambini alla festa. Un’agghiacciante foto mostra il pedofilo giocare con la bambina, solamente un’ora prima di ucciderla.

La foto ritrae infatti Rajkovic circondato dai bambini, uno sulle sue spalle, mentre Angjelina è accovacciata davanti a lui. L’uomo avrebbe portato la piccola innocente vittima nel bosco, a 700 metri dal villaggio in cui si trovavano, in Serbia. Quando, alla festa, non trovavano più la bambina, il padre di Rajkovic gli ha telefonato per chiedergli se sapeva dove fosse. La chiamata è stata però interrotta dalle urla di Angjelina di sottofondo, prima che cadesse la linea. La bimba non smetteva di piangere mentre Rajkovic la stuprava, quindi lui l’ha picchiata a sangue. Lei, però, continuava, quindi l’ha colpita in testa con un sasso e ha concluso la sua “opera”.

Durante il processo Rajkovic ha dichiarato di non aver ucciso la piccola, affermando che la sua morte è stata un incidente. Stando alle sue dichiarazione, la bambina sarebbe caduta mentre lui la portava in braccio, provocandosi delle ferite letali. Il giudice lo ha però dichiarato colpevole, sia dell’omicidio della piccola che di quello della vicina di casa. Il killer pedofilo, che deve affrontare 40 anni dietro alle sbarre, non ha mostrato nessun segnale di pentimento alla proclamazione della sentenza.

direttanews