Come assumere l’aglio crudo senza compromettere l’alito

COME ASSUMERE AGLIO CRUDO SENZA COMPROMETTERE L’ALITO

L’aglio, con particolare riferimento all’aglio crudo, è uno dei rimedi naturali della tradizione popolare per i malanni invernali, come raffreddore e influenza. Di recente la scienza ha confermato le proprietà dell’aglio come potente antibatterico naturale.

I benefici dell’aglio
L’aglio è una delle piante coltivate di origine più antica. È molto semplice da coltivare anche in vaso. Per questo motivo si tratta di un rimedio economico, facile da avere sempre a portata di mano. Il problema maggiore che scoraggia molte persone dall’assumere l’aglio è dato dalle conseguenze negative per l’alito.

Quando parliamo dell’aglio, non ci riferiamo ad un semplice alimento, ma ad un vero e proprio farmaco naturale. Oltre a rappresentare un potente antibatterico naturale, l’aglio aiuta a fluidificare il sangue e contribuisce ad abbassare il colesterolo LDL e la pressione.

Può dunque rappresentare un rimedio naturale utile in caso di ipertensione. Chi assume farmaci per queste patologie dovrebbe però fare attenzione alle possibili interazioni dell’aglio con i medicinali. Potrebbe infatti alterarne gli effetti. Una curiosità: in Cina i prezzi dell’aglio erano saliti alle stelle nel 2009 quando la sua assunzione si era diffusa tra la popolazione per prevenire l’influenza A.

Controindicazioni dell’aglio crudo
L’aglio ha davvero numerose proprietà benefiche ma non bisogna esagerare con le quantità. Il suo sapore non a tutti gradevole ci spinge comunque automaticamente a moderarne il consumo. Proprio come se si trattasse di un vero e proprio medicinale, dovremmo consumare aglio crudo in piccole quantità e al momento del bisogno. Tra gli effetti indesiderati di un consumo eccessivo di aglio crudo troviamo irritazioni alle pareti intestinali e anemia.

Come assumere l’aglio
A livello erboristico e fitoterapico si consiglia di consumare 4 grammi di aglio crudo al giorno per poter ottenere degli effetti curativi. Ma questa quantità potrebbe risultare eccessiva per alcuni. In alternativa all’aglio crudo e fresco esistono allora dei preparati erboristici.

In generale, tutti i cibi ricchi di polifenoli aiutano a combattere il respiro da aglio. Vi potranno aiutare, ad esempio, spinaci, prezzemolo e menta, insieme a bevande come limonata e tè verde. Ecco alcuni stratagemmi che vi permetteranno di assumere aglio senza compromettere l’alito.

1) Mela
Un rimedio semplicissimo contro l’alito cattivo lasciato dall’aglio è la mela. Infatti questo frutto, consumato crudo, aiuta a combattere il respiro all’aglio eliminando quei componenti che conferiscono l’odore caratteristico.