“Rapita, uccisa e seppellita: indagini pessime” Ma gli investigatori non ci stanno “semplici str***ate”

Solo poche ore prima si erano diffuse alcune voci sull’ipotesi che Maddie McCann potesse essere ancora viva e che la notte della scomparsa si fosse allontanata spontaneamente dalla stanza del resort dove si trovava in vacanza, probabilmente alla ricerca dei genitori. Ora però Paulo Pereira Cristovao, responsabile della polizia per le indagini sui bimbi scomparsi in Portogallo, liquida i ‘rumors’ come «semplici str***ate».

Le dichiarazioni di Cristovao, riprese da Metro.co.uk, non lasciano molte speranze sulle sorti della piccola, scomparsa nel 2007. «Le indagini sono state effettuate in modo pessimo, gli inquirenti si sono soffermati su particolari trascurabili senza invece considerare dettagli più importanti» – spiega Cristovao – «Nelle prime ore successive alla scomparsa le indagini sono state effettuate a Portimao, ma se io devo occultare il cadavere di una bambina non vado in una città così abitata e frequentata. Andando verso il mare, invece, ci sono delle cave che danno sulla spiaggia: lì nessuno è mai andato a cercare Maddie, perché mancavano i sommozzatori».

Le gravi mancanze nelle indagini della polizia portoghese non sono state nascoste da Cristovao, che poi rifiuta alcune ipotesi, decisamente fantasiose: «In questi dieci anni ne abbiamo sentite di tutti i colori: che la bimba si sia allontanta da sola, che sia stata rapita dagli alieni e che i genitori c’entrino qualcosa nella scomparsa. L’unica verità è che una bimba piccola manca all’appello da dieci anni, e non dobbiamo complicarci la vita con assurde speculazioni».

leggo