Roma, ubriaco al volante forza posto di controllo e cerca di investire agente: polizia spara in aria

Paura a Roma, in zona Pigneto, dove questa mattina un uomo di 34 anni, ubriaco, ha forzato un posto di controllo con la sua auto e ha cercato di investire un agente in retromarcia. Il poliziotto ha sparato alcuni colpi in aria e contro le gomme dell’auto. Il 34enne è stato bloccato poco dopo. Accusato di tentato omicidio, si è giustificato dicendo di essere depresso perché si starebbe separando dalla moglie.

Paura a Roma, dove questa mattina un uomo di 34 anni, di nazionalità domenicana, dopo aver forzato un posto di controllo con la sua auto ha cercato di investire un agente in retromarcia. Il poliziotto, in servizio presso il commissariato di Porta Maggiore, per fermare l’uomo ha prima esploso due colpi di pistola in aria e poi ha sparato contro le ruote posteriori della vettura.

L’episodio è avvenuto nei pressi di piazza Malatesta, al Pigneto, attorno alle 10. Il 34enne ha proseguito la sua folle corsa con una gomma a terra ed è stato fermato poco dopo, in via Niccolò Piccinino. L’uomo è apparso in evidente stato di ebbrezza e ha dato in escandescenze, tanto che è stato portato in ambulanza all’ospedale San Giovanni. Qui le analisi hanno rivelato che si era messo alla guida con un tasso alcolico di 3,3, ben al di sopra del limite consentito per legge. Il 34enne è stato quindi posto in stato di fermo e dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio. Quando si è calmato ha cercato di giustificarsi con gli agenti, spiegando di essere depresso perché si starebbe lasciando con la moglie.

Fanpage