L’ospedale gli nega il trapianto di polmoni perché aveva fumato marijuana. Muore a 19 anni

Il 24 novembre, nel giorno del Ringraziamento, Riley Hancey ha contratto la polmonite. La University of Utah ha negato al 19enne un trapianto di polmoni, perché nel suo corpo sono state trovate tracce di marijuana. Dopo due mesi di ricerche per trovare un ospedale disposto a eseguire l’intervento, Riley è morto a Philadelphia in seguito a complicazioni durante l’operazione.

Lo racconta il padre del ragazzo, secondo il quale il figlio avrebbe fumato uno spinello con gli amici durante lo scorso Ringraziamento, ma non ne era un abituale consumatore. “Non era un un fumatore trentennale e i suoi polmoni non erano deteriorati per questo”, dice a BuzzFeed. L’ospedale, però, dopo aver trovato tracce di Thc, ha negato l’intervento al ragazzo: “Erano disposti a lasciarlo morire perché risultato positivo alla marijuana”.