Tentano di investire un agente: sparatoria e inseguimento a Parma

Nonostante il pneumatico danneggiato, la Peugeot riprende la corsa imboccando diversi incroci con luce semaforica rossa e mettendo a repentaglio la sicurezza degli altri automobilisti e dei passanti.

Nel frattempo, grazie al costante contatto radio dalla pattuglia con la centrale operativa 113, arrivano nei pressi di via Venezia altre unità che intercettano i fuggitivi in senso contrario di marcia, all’incrocio con via Bedarida; a quel punto i due, nel tentativo di eludere il blocco, imboccano a forte velocità via Bologna, svoltando improvvisamente in via Rastelli ma la manovra azzardata fa perdere il controllo del veicolo che si schianta contro un palo della segnaletica stradale e arresta la sua corsa contro un palo dell’illuminazione pubblica. Ma non è ancora finita.

I due africani, scesi dal veicolo, tentano la fuga a piedi separandosi, inseguiti dagli agenti: l’autista in direzione di via Palermo e il passeggero verso via Rastelli dove fa perdere le sue tracce.

Bloccato e identificato, il conducente della Peugeot è

stato generalizzato per E.C., nigeriano classe ’90 senza fissa dimora in Italia, pluripregiudicato. Il veicolo è risultato essere intestato a un’altra persona di origine nigeriana.

E.C. è stato denunciato per ilreato di resistenza continuata a pubblico ufficiale, ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale, lesione tentate aggravate, guida senza patente. A suo carico sono state altresì contestate le dovute infrazioni al codice della strada.

 

repubblica.it