Fortuna, Titò: “Marianna e Mimma sapevano degli abusi”

Per tale vicenda l’inchiesta che vede indagata la donna è tuttora in corso. L’uomo ha ammesso solo di aver abusato di una delle figlie che Marianna aveva avuto da un precedente rapporto ed ha sottolineato che Marianna sarebbe stata consapevole e consenziente. Una versione contraddetta dalla donna che ha negato ogni responsabilità ma ha confermato comunque l’alibi di Titò.

L’avvocato di parte civile Sergio Pisani, che assiste il papà della vittima, ha chiesto un confronto tra i due imputati, istanza sulla quale la Corte si pronuncerà la prossima udienza. Alle domande dei pm Domenico Airoma e Claudia Maone, che sulla base delle intercettazioni ambientali hanno chiesto a Marianna il motivo per il quale invitava la figlia a tacere o a fornire false versioni agli inquirenti, l’imputata ha risposto col silenzio o negando perfino di aver pronunciato quelle frasi.

leggo