Salvatore, il poliziotto campione salva dall’incendio due anziani e numerose famiglie

E’ un Assistente Capo della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di di Torre Annunziata e, benché libero dal servizio, non ha esitato a prodigarsi per trarre in salvo una coppia di turisti 60enni, giunti a bordo di un camper a Torre Annunziata, in via Vittorio Veneto (altezza Bar della Palma). Il poliziotto, Salvatore Amitrano, nato a Castellammare di Stabia, infatti, era a bordo della sua autovettura quando ha visto le fiamme sprigionarsi da un camper. Senza perdere un attimo di tempo, è disceso dalla sua auto ed ha avvicinato il camper, invitando gli occupanti ad abbandonare il veicolo, aiutandoli a scendere, con l’ausilio di un vigile urbano presente al momento in strada.

Dopo pochi secondi, il camper è stato avvolto dalle fiamme ed il poliziotto, in considerazione che l’automezzo era parcheggiato ad 1 metro di distanza da uno stabile abitato, si è prodigato ad allertare gli abitanti, bussando a tutti gli appartamenti, piano per piano. La coltre di fumo che si è sprigionata a seguito delle fiamme, infatti, era diretta verso lo stabile, creando non pochi problemi. Il poliziotto, nel bussare a tutti gli appartamenti, ha constatato la presenza di una donna 89enne, che era in compagnia della badante, con problemi di deambulazione. L’anziana, infatti, costretta su una sedia a rotelle, è stata soccorsa dall’agente che, materialmente, l’ha fatta scendere dal terzo piano dello stabile, portandola così in salvo.

Nelle fasi concitate, il poliziotto ha avvisato il centralino del Commissariato oplontino al fine di far giungere i soccorsi. Sul posto, infatti, sono giunti i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale, i Carabinieri e personale della Polizia di Stato. Il camper è letteralmente esploso ed un pistone è stato proiettato ad altissima velocità in aria e, solo per mero caso, non ha colpito il poliziotto impegnato nei soccorsi. Nonostante sia ricorso alle cure mediche per una lieve intossicazione, si è recato comunque a lavoro per svolgere il suo turno di servizio.

L’Assistente Capo, campione del mondo per ben sette volte, due volte campione d’Europa e tredici volte campione d’Italia, dal 1996 al 2010, nella specialità del canottaggio, ha fatto parte del gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato. Ha partecipato anche alle Olimpiadi di Sidney nel 2000 e ad Atene nel 2004, conquistando la medaglia di bronzo nella categoria “4 senza pesi leggeri”

torresetyte

la scheda di Salvatore Amitrano

Salvatore AmitranoNato il 3 dicembre 1975 a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, si avvicina allo sport a 9 anni. Inizia con il calcio fino a quando, durante i giochi studenteschi, Antonio La Padula, che sarà il suo primo allenatore, lo convinse ad avvicinarsi al canottaggio. La sua carriera in questa disciplina inizia a 16 anni, quando nel 1991, disputò la sua prima gara regionale; in seguito ha cominciato subito a vincere medaglie pesanti, infatti nel 1992 ha conquistato il suo primo titolo italiano e nel 1993 il bronzo ai campionati del mondo juniores.

Fa parte della storia recente del canottaggio italiano, indossa infatti la maglia azzurra fin dai suoi primi colpi di remi, vincendo medaglie in tutte le competizioni nazionali ed internazionali. Il medagliere di Salvatore Amitrano è consultabile sulla sua scheda personale. E’ tesserato per le Fiamme oro, il Gruppo sportivo della Polizia di Stato, dove è allenato da Valter Molea.

Alle olimpiadi può considerarsi un veterano, avendo al suo attivo già due partecipazioni; la prima nel 2000 a Sidney, dove ha sfiorato il podio piazzandosi al 4° posto, e la seconda ad Atene 2004 dove è riuscito a mettersi al collo la medaglia di bronzo. A Pechino si batterà per una medaglia. Il “suo” 4 senza pesi leggeri, bronzo ai mondiali ed oro agli europei del 2007, è tra le imbarcazioni migliori.

A spingerlo verso il traguardo ci saranno 3 tifose particolari, la moglie Raffaella e le figlie Alessia di 7 anni ed Asia nata nel 2007.

POLIZIA DI STATO