Mendicante straniero accoltella un poliziotto al cuore: gli agenti costretti a sparare

Mendicante straniero accoltella un poliziotto al cuore: gli agenti costretti a sparare

Le ha sferrato un colpo di forbice all’altezza del cuore, rischiando di ucciderlo. Per fortuna il cellulare ha fatto da schermo al poliziotto, ma l’altra sera a Bergamo si è sfiorata la tragedia

Erano le 14 quando sulla circonvallazione Mugazzone, tra Campagnola e Boccaleone, un ambulante che stava importunando gli automobilisti ha ferito con un’arma da taglio una agente di polizia. K.S:. 48enne senegalese (con cittadinanza italiana) provvisto di un foglio di via da Bergamo (mai eseguito), stava infastidendo alcuni dei cittadini che si trovavano in zona e l’intervento della pattuglia della polizia lo ha mandato su tutte le furie. Quando i poliziotti si sono avvicinati, il senegalese ha estratto una forbice e ha aggredito l’agente, colpendolo al petto. Per fortuna il cellulare gli ha salvato la vita. A quel punto, il poliziotto ha estratto lo spary al peperoncino e ha provato a far desistere l’aggressore. Ma non è bastato.

La collega che era con lui, 25enne servitore dello Stato, ha tentato di disarmare l’aggressore, senza però riuscirvi. Secondo quanto riporta l’Eco di Bergamo, infatti, il senegalese avrebbe avuto la meglio e ferito con la forbice il poliziotto al sopracciglio. A quel punto l’altro poliziotto, ripresosi dal primo colpo, ha estratto la pistola e sparato alle gambe l’immigrato. Ferito al polpaccio, il senegalese ha desistito dal continuare la sua follia pomeridiana e si è lasciato arrestare. Il 118 ha provveduto a curare sia lui che la poliziotta, entrambi senza gravi conseguenze.

Dopo la diffusione della notizia, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha provveduto a mandare le sue istituzionali parole di sostegno all’agente rimasto ferito, rinnovando “il sostegno alle Forze dell’Ordine che, quotidianamente, operano per il mantenimento della sicurezza sul nostro territorio”.

 

Il Giornale