La lettera di Mattia, il piccolo terremotato: “Caro Stato, mi hai dimenticato”

Il post è accompagno da una foto di Mattia, con lo sguardo triste di chi ha già visto tanto nella sua pur breve vita, davanti a due piatti preparati nella mensa di Muccia.

La mia mamma dice che le promesse poi vanno sempre mantenute. Io rappresento il tuo futuro, insieme a tanti altri bimbi del centro Italia che dal 24 agosto in poi hanno perso tutto. Io però ho fiducia nella mia famiglia, nel mio paese. Aiutami a crescere credendo ancora in te.

Perché se mi togli la possibilità di avere un futuro, caro Stato, io con te poi faccio i capricci e non ci gioco più

today